Menu

Fabrizio Gifuni, l’autore e il suo doppio: alla scoperta dello straniero che è in noi

2017/03/04 - Evento, Teatro di: MG Colombo
Fabrizio Gifuni, l’autore e il suo doppio: alla scoperta dello straniero che è in noi

Profondo conoscitore di Camus, Pasolini, Testori, Cortazàr, Bolano,
più volte raccontati ed agiti con intensità teatrale e versatilità performativa,
Fabrizio Gifuni
applaudito interprete in questa stagione, al teatro Argentina, della ronconiana saga dei Lehman, lunga centosessantanni, privilegia in questo spettacolo
la già ammirata guizzante espressività corporea,
strappa personaggi idee emozioni alla orizzontalità della parola scritta,
conferma straordinaria sensibilità intellettuale ed attoriale, in un raffinato intenso gioco teatrale
al Teatro Il Vascello,
non più solo luogo della voce ma sede di un evento acustico visivo sensoriale,
ove il corpo, inesausto, narra coinvolge evoca anticipa dissipa (a volte)
insofferenze e sofferenze, fondendo nel tempo breve della rappresentazione,
l’io sociale con l’io creatore
nel tentativo sempre arduo ma oggi più che mai imprescindibile di individuare la sottile ambigua linea di demarcazione tra asilo ed esilio, umanità e disumanità.
Senza dimenticare il prezioso avvertimento di Rilke:

“Credetemi: la vita ha ragione, in tutti i casi. 
Non vi osservate troppo. 
Non ricavate conclusioni troppo rapide da quello che vi accade;
lasciate che semplicemente vi accada”.

http://www.teatrovascello.it/2016-2017/schede/gifuni-autore-e-il-suo-doppio.htm

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *