Menu

La normalità dell’anormalità. Il conformista – Alberto Moravia

2018/06/06 - Cinema, Letteratura di: MG Colombo
La normalità dell’anormalità.  Il conformista – Alberto Moravia

” Così, egli era un anormale, non poteva fare a meno di pensare, o meglio di sentire, con una viva, fisica consapevolezza di questa anormalità, un anormale segnato da un destino solitario e minaccioso e ormai avviato per una strada sanguigna sulla quale nessuna forza umana avrebbe potuto fermarlo..”

Le parole di Moravia e la sua inimitabile qualità nel rendere la psicologia dei personaggila potente sintesi per immagini di Bertolucci, le calibrate suggestive luci di Storaro, lo straordinario montaggio di Arcalli, le geometriche asettiche locations nelle quali si aggira Marcello Clerici vittima di se stesso, nei commenti/guida di Lorenzo Pavolini, a conclusione del ciclo di incontri su Il conformistaa Casa Moravia.

Interessanti inquietanti riflessioni attorno al potere schiacciante della pressione collettiva sulla coscienza individuale e la continuità italiana fra fascismo e democrazia.

 

imageedit_10_2446711149

 ” Sarebbe forse stato possibile che le cose avessero potuto andare altrimenti?

No, non sarebbe stato possibile”

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *