Menu

Paola Gaglianone, anima del premio Biblioteche di Roma

2010/11/30 - Discussioni di: MG Colombo
Lavinio Ricciardi said on 30-11-2010

Ho apprezzato, sia quest’anno che l’anno passato, la buona conduzione del Circolo Lettori cui faccio capo (Villa Leopardi). Nell’ambito dell’attività del circolo e del Premio Biblioteche, a cui – come lettore – sono invitato a partecipare, leggendo i libri in concorso e intervenendo agli incontri con gli autori in lizza, ho avuto modo di apprezzare e condividere l’opera di Paola Gaglianone. Ho letto oggi la lettera che Paola ha indirizzato a tutti, a motivazione delle sue Dimissioni. E non riesco ad accettare il fatto che si sia potuta dimettere per (cito dalla sua lettera) “… attuale chiusura a qualsiasi forma di dialogo costruttivo… “. Credo che tale motivazione cozzi in modo frontale con i criteri con i quali è stato gestito il Premi Biblioteche, criteri con cui noi lettori siamo stati invitati a partecipare alle attività che la gestione del Premi comportava.
L’opera di Paola Gaglianone è stata a dir poco splendida. Pertanto, un fatto di “chiusura totale” da parte dei responsabili delle Biblioteche di Roma appare quanto meno un cambio di rotta incomprensibile. Verso questo atteggiamento voglio protestare in modo forte, per quanto sia possibile a chi – come me – frequenta la Biblioteca come lettore e fruitore dei servizi che offre. E sempre per quanto mi riguarda spero che le dimissioni di Paola vengano ritirate.

Lavinio Ricciardi

Lavinio Ricciardi said on 30-11-2010

 

 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *