Menu

Saga Stein

2011/12/02 - Discussioni di: MG Colombo

 

Parigi 1900, impossibile sottrarsi al fascino della Citta’. Se poi si era sufficientemente originali e sufficientemente ricchi, straordinariamente colti e straordinariamente curiosi, era d’obbligo prender qui dimora.

Gli Stein non hanno dubbi, dopo aver viaggiato per il mondo, ( il papa’ essendo l’amministratore dell’ Azienda dei Trasporti di San Francisco),ventenni prendono casa a Parigi: Gertrude e Léo in rue de Fleurus ; Michael in rue Madame, naturalmente Quartiere Latino.

Le loro case si aprono immediatamente alle avanguardie artistiche e le loro scelte indirizzano il gusto, fanno tendenza, determinano il successo dei Grandi del ‘900.

Le pareti delle loro case ospitano Cézanne Gauguin Renoir.

Sono loro i primi ad apprezzare e comprare Picasso e Matisse.

In breve hanno bisogno di una nuova casa o per meglio dire  di nuove pareti.

Chi meglio di Le Corbusier per la nuova residenza di lusso atta ad accogliere la sempre piu’ prestigiosa collezione degli Stein?

Sorge cosi nel 1927 , a Garches, la villa Stein centro culturale d’eccellenza, sempre aperta ai visitatori, ove passeranno gli Artisti piu’ incisivi del secolo.

Non solo pittori giacche’, Gertrude,  lei stessa scrittrice, contribuira’ a far conoscere Joyces, Hemingway, Fitzgerald.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *