Menu

Arriva Polisse di Maiwenn, sulle orme di Cantet de La classe

2012/02/10 - Cinema di: MG Colombo

 

Nome e movenze da modella, inutilmente imbruttita, Maiwenn non si limita a dirigere e sceneggiare il suo Polisse , ma entra come interprete negli scenari di inquietante miseria affettiva del film.

Non c’è requie per la Bpm (Brigades de la Protection de Mineurs di Parigi), protagonista corale della pellicola.

Nel loro ufficio si accumulano pesi morali di ogni tipo, che fronteggiano come possono tra orrori quotidiani, carenze organizzative, dubbi incertezze tanto stress, dovuto persino alla pressione di raccomandazioni dei soliti noti (così anche oltrealpe).

Senza eroismi di troppo, nella sconcertante banalità imposta dal quotidiano, con il peso del limite, e spesso dando l’ impressione che lo stordimento nel lavoro sia rimedio all’angoscia di incontrare se stessi, (come irrimediabilmente si certifica alla fine).

Ma anche con qualche liberatoria serata disco.

Maiwenn Le Besco, sul palcoscenico da quando aveva 3 anni, per volere narcisistico della madre, ( l’attrice Catherine Belkhodjai), sposa appena quindicenne di Luc Besson, ha l’aria di conoscere, non solo per accurata documentazione professionale, ma anche per percorsi personali, le mille strade su cui può viaggiare la prevaricazione sui minori.

Il  film stenta a trovare un convincente filo narrativo, ma ha l’energia dirompente dell’ appassionata documentazione, capace di certificare sofferenze equamente distribuite tra guardie e ladri, senza sentimentalismi, con l’obiettivo prioritario di sottolineare l’urgenza di tutelare l’infanzia, violata a casa, per strada, a scuola, tra zingari e borghesi, tra giovani e vecchi, madri e padri.

Urge ricostruzione di tessuto etico, che spieghi, tanto per dire,  il valore di un iPad.

Mirata e riuscita la scelta del cast, che, come tutti i film francesi persegue la credibilità dei personaggi, compreso il tenebroso rapper Didier Morville, in arte Joey Starr, negli inusuali panni di poliziotto.

 

 

Rimane il mistero della comparsata di Scamarcio, compagno permissivo, trafficone, procacciatore di italica pizza… al tartufo!!!.

 

w. trailer

http://it.cinema.yahoo.com/p/polisse/index-5259841

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *