Menu

En attendant Akbar Shahanshah, Re dei re tout court

2012/10/06 - Mostre di: MG Colombo
En attendant Akbar Shahanshah, Re dei re tout court

Palazzo Sciarra

Via M. Minghetti, 17 – 00187 Roma

23 ottobre 2012 – 3 febbraio 2013

 A cura di Gian Carlo Calza

In una dinamica da Mille e una notte, con Gian Carlo Calza, curatore della mostra, nei  panni di Sherazad.

 Non me ne voglia il grande studioso: la sua relazione documentatissima con l’andamento della favola ha trasportato nel tempo e nello spazio, alla stregua della bella affabulatrice, su un virtuale tappeto volante, l’affollato pubblico presente nel salone dello storico palazzo Sciarra.

Li maggior suoi, nonni impegnativi, Tamerlano e Gengis Khan ,

Papà, il mitico Babur che diventa re a 12 anni.

Troppo pochi per non divenir bersaglio delle mire di pretendenti e pertanto costretto a fuggire con il leggendario Koh-i-Noor.

Fondatore di città come Agra e Deli, vincitore e vinto ciclicamente. 

Difatti Akbar nasce nel deserto, nel castello di un vassallo, ancora ragazzo baratta il famoso Koh-i-Noor ( i diamanti sono i migliori amici non solo delle donne)  con 12000 cavalli, grazie ai quali conquista Kandahar, sebbene non avesse studiato.

Già, il saggio imperatore colto e raffinato era analfabeta.

Nel 3° Libro di Akbar, il biografo sostiene senza tentennamenti che ” solo Dio poteva insegnargli” .

Vero: il piccolo era dislessico, la scienza della logopedia a venire… 

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *