Menu

Chaïm Soutine à l’ Orangerie “L’Ordre du Chaos”.

2012/11/02 - Mostre di: MG Colombo
Chaïm Soutine à l’ Orangerie  “L’Ordre du Chaos”.

Travolgente e stravolgente, Chaïm Soutine scalda l’Orangerie con i suoi ritratti decorticati di gente qualunque cui strappa l`anima, fissandoli nell`attimo fuggente, cogliendone la voglia di vivere o no, la fatica, la noia, l`attesa, la disperazione.

Le Patissier

“un pâtissier inouï, fascinant, réel, truculent, affligé d’une oreille immense et superbe, inattendue et juste : un chef d’œuvre” (Paul Guillaume)

Musée de l’Orangerie,Paris

3 octobre 2012 – 21 janvier 2013 

Posano come i Grandi di Spagna di El Greco, gli artigiani di Soutine, le mani sui fianchi, lo sguardo che non si nasconde, indagato e reso con vivace espressionismo.

L’Orangerie conserva abitualmente 22 tele dell`Artista, raccolte grazie al mercante  Paul Guillaume, primo estimatore dell`Artista.

Rispetto alla retrospettiva del 1973, il curatore ha posto l`accento sulla passione per le serie dell`Artista, proponendo i paesaggi di  Cagnes et Céret, scossi dal vento forte du Midi, che sembra smuovere dalle fondamenta anche le case e i villaggi, in un sabbatico turbinio che ne sottolinea la precarieta`.

E poi le nature morte cosi`palpitanti nel loro slancio antropomorfo, con la serie dei  Glaïeuls rouges e delle carcasse sanguinolente dei Bœufs écorchés, che lasciarono il segno nel tratto di Francis Bacon.

La mostra chiude con un omaggio ad uno dei maestri piu` amati da Soutine: Rembrandt  La Femme entrant dans l’eau,(1931)

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *