Menu

Femminilitàblàblà…. Se questi sono gli uomini.

2013/11/29 - Attualità, Discussioni, Saggio di: MG Colombo
Femminilitàblàblà….  Se questi sono gli uomini.

 

25 NOVEMBRE ore 17.30

 Biblioteca Rispoli, Piazza Grazioli, 4 – Roma 

Loredana Lipperini e Oria Gargano  

Riccardo Jacona, Se questi sono gli uomini, Chiare Lettere

jacona

Per la soddisfazione di dei e tiranni, occorrerà constatare che la cultura della parità di genere non è ancora arrivata nel nostro bel Paese, nonostante l’euforia durevole e deformante di alcuni successi femministi, che permeano il nostro tempo distratto.

Finalista al Premio Biblioteche,  il testo di Jacona, segnalato alla giuria dalla Lipperini, è un ampio reportage sulla violenza contro le donne, che fornisce una chiave di lettura non convenzionale del fenomeno, in sciagurata espansione, senza  limiti geografici, economici, sociali, culturali.

Sulla base di una puntuale raccapricciante documentazione, Iacona  polverizza luoghi comuni persistenti e sottrae il fenomeno all’area del borderline, collocandolo piuttosto in un diffuso clima culturale duro a morire, e nella colpevole mancanza di misure di sostegno per le donne maltrattate.

La presentazione molto partecipata del libro è avvenuta, immaginiamo non casualmente, nella giornata dedicata alla violenza contro le donne, e ha avuto due relatrici di eccellenza per l’impegno giornalistico, letterario, sociale che le distingue .

La Lipperini (autrice con Michela Murgia di L’ho uccisa perchè l’amavo.Falso! 
Non è un paese per vecchie, Ancora dalla parte delle bambine), ha sottolineato come la ricostruzione giornalistica scopra la schizofrenia di un’indignazione nazionale esibita, che però va di pari passo con il permanere di una serie di stereotipi culturali perpetuati con irresponsabilità in ambito familiare, editoriale, scolastico, massmediatico, falsamente irrigiditi sull’idea di eccezionalità del tristo fenomeno, sul quale aleggia, colpevolmente e a più livelli, connivenza e silenzio.

DSCN5432

Il saggio innesca una serie di considerazioni sul retaggio di una cultura maschilista e impone il principio di una riprogrammazione culturale, su tempi necessariamente lunghi, che porti oltre stereotipi di genere, marginalizzanti del ruolo della donna.

Oria Gargano, presidente di BeFree Cooperativa Sociale contro tratta violenze discriminazioni, ha sottolineato il merito del lavoro, che evidenzia come i numerosi casi di maltrattamenti, abusi, violenze non siano che la punta di un iceberg di un più vasto disagio.

Ha inoltre posto l’accento sulle singolari  modalità di contrasto alla violenza, che spesso utilizzano immagini che la esprimono: vedere per es. i manifesti che tappezzano strade e metropolitane in questi giorni.

Il patriarcato, alla base della nostra cultura, impedisce un cambio di passo e, in questo senso, rappresenta una novità la messa in discussione sia di Jacona che di Alessandro Gassman, Claudio Bisio, Daniele Silvestri e Cesare Prandelli, che, per la campagna di NoiNo, non hanno esitato a metterci la faccia.

noino

Se è vero che ogni caso è una storia a sé, hanno sottolineato le relatrici, è altrettanto vero che esistono strategie di isolamento, di colpevolizzazione facilmente individuabili, che potrebbero fornire indizi per un pronto intervento e dare più forza alla rete di prevenzione.

 Pochi e mal distribuiti i centri anti-violenza, utilmente  elencati alla fine del libro, insufficienti i posti-letto delle case rifugio italiane, mentre appaiono determinanti le misure di sostegno alle donne maltrattate, che spesso non trovano adeguate modalità di accoglienza ma anzi sono rivittimizzate da incompetenze diffuse.

°°°°°°°°°

 La cooperativa sociale Be Free gestisce il Servizio Antiviolenza SOS Donna di Roma, lo sportello socio-psicologico e legale a favore delle donne vittime di tratta trattenute nel CIE Ponte Galeria, lo Sportello Donna all’interno del pronto soccorso dell’ospedale San Camillo e lo sportello per lesbiche che subiscono violenza. Presente anche a Regina Coeli per colloqui con condannati per stupro.

 http://www.befreecooperativa.org/

http://loredanalipperini.blog.kataweb.it/

2 thoughts on “Femminilitàblàblà…. Se questi sono gli uomini.

cinzia

Confermo ancora una volta che se hai, nel mondo, una uguaglianza questa è la violenza sulle/alle donne. Non esiste differenza di credo religioso, differenza di “status” sociale-economico-culturale, ne di etnia, ne di latitudine ne di longitudine. La violenza è l’unico esempio che non fa distinzioni. Vorrei aggiungere che anche nei rapporti lesbiani e gay esiste violenza e questo fa pensare che forse la violenza è cosi “democraticamente ugualitaria” che non fa nemmeno distinzione di sesso.

Reply
Magico

Critici per Caso,
Il tuo Tweet è stato aggiunto ai preferiti!
Critici per Caso

Aggiunto ai preferiti da
Loredana Lipperini
@CriticiperCaso
Femminilitàblàblà…. #Se questi sono gli uomini. criticipercaso.it/2013/11/29/ric… via @CriticiperCaso @LaLipperini
28 nov 2013 23:14

Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *