Menu

Santarellimania, in odor (di)vino. Roma 1914: Storie della città

2014/03/07 - Attualità, Evento, Mostre di: MG Colombo
Santarellimania, in odor (di)vino. Roma 1914: Storie della città
ROMA 1914: Storie della città
La prima pagina dei “Cento Anni nel Vino” della Famiglia Santarelli
MERCATI DI TRAIANO
27 febbraio – 11 marzo 2014

 20140307_081348

Non vanta la longevità delll’azienda dei Ricasoli, ma la Ditta Santarelli si candida a pieno titolo ad essere inserita nella Family Business, la prestigiosa rivista americana che cura la classifica planetaria delle aziende di proprietà familiare

Santarelli-Casale-del-Giglio

Era il il 5 Marzo 1914 quando si costituiva in Amatrice la
Ditta Berardino Santarelli & Figli”,
da allora, con pertinacia sperimentazione creatività valide collaborazioni,
l’attività è cresciuta affermandosi in Italia e all’estero,
vanto dell’imprenditorialità italiana e marchio di qualità e successo

A 100 anni esatti la Famiglia Santarelli omaggia la Città, scenario ed epicentro della sua attività, con un’attenta ricostruzione documentaria, che sbobina piccoli e grandi avvenimenti attraverso i materiali dell’Associazione Negozi Storici di Eccellenza di Roma:
Vero Alfredo, Antico Caffè Greco, Babington’s, Bedetti, Bertoletti, Caleffi, Fassi, Giolitti, Stilo Fetti, Tebro, Vini&Olii

20140305_193519

  Dalla gigantesca grattugia del ristorante, al registratore di cassa, dai capi rimasti invenduti, come lo spettacolare “intimo” di Tebro, allo storico bancone in marmo di uno dei negozi dei Santarelli, smontato e rimontato in (bella) mostra

20140305_194310

 Mentre  nuvole nerissime di guerra si addensavano sull’Europa, Roma testimoniava attraverso la moda, il cinema, lo sport
l’aspirazione (non sempre andata a buon fine, vedi sventramenti), a divenire una Capitale europea senza perdere il suo specifico culturale

20140305_194432

A testimoniare la vitalità artistica della Città oggi e l’interesse della Famiglia alle Arti
i lavori di
Massimo Attardi, Lidia Bachis, Natino Chirico, Marco Tamburro

20140305_193642

Nell”affollatissima serata, sotto il più bel cielo terso e immenso che Roma potesse sfoggiare, nella Grande Aula dei Mercati di Traiano sono riecheggiate le note
di Igor Stravinskij, Claude Debussy e Alberto Savinio, in novecentesca sintonia

sandro palma2 L’esecuzione del concerto, affidata alla sensibilità e maestria tecnica del maestro Sandro De Palma, è stata una perfetta colonna sonora dell’evento

Peccato che gran parte del pubblico non fosse quello della Wigmore Hall londinese, nè del teatro della Città proibita di Pekino o dell’Auditorium di Zehn Zougou, ove con successo il Maestro si è esibito,

Vuoi per l’euforia della selezionata degustazione dei Vini di Casale del Giglio, vuoi per le deliziose suggestioni della Cucina Romana preparate dallo chef Alessandro Circiello, molti hanno scambiato l’Aula per il set di una scena di massa de
La grande Bellezza.

Ignorando le sollecitazioni degli organizzatori hanno continuato nel loro assordante blàblàblà e in nevrastenico peripatetico movimento su e giù per le antiche scale, senza arrendersi neanche agli spari della pistola previsti, a prescindere, dallo spartito di Savinio

http://www.mercatiditraiano.it/mostre_ed_eventi/mostre/roma_1914

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *