Menu

Frida Kahlo “otra hermosura” alle Scuderie

2014/03/20 - Arte, Attualità, Mostre, musei di: MG Colombo
Frida Kahlo “otra hermosura” alle Scuderie

“Otra hermosura” non risponde ma si impone al canone estetico del mondo.

Ovvero come ribaltare la vulnerabilità propria e l’esclusione della propria cultura esangue per trasformarle in incontestabile inesauribile arma di fascino vincente

Niente accenni biografici discreti, niente scarti di pudore, invece sangue peluria  amplessi, scoperti simbolismi, seni sterili, fiori fallici, ventri infecondi, spine sacrificali, nella curatela di Helga Prignitz-Poda, rendono meno insondabile l’universo brutale di Frida

frida

Senza perdere di vista il suo mondo pittorico, che, passando per Pauperismo rivoluzionario, Estridentismo, Surrealismo, Realismo magico, tutto imparò tutto cancellò a favore di un’autenticità stilistica, che da
“risolutamente precedenza alla percezione sopra la rappresentazione”
come sintetizzò felicemente André Breton, suo primo estimatore e curatore
alla Julien Levy Gallery di New York

See more at: http://www.scuderiequirinale.it/categorie/mostra-frida-kahlo#sthash.CciET4Fd.dpuf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *