Menu

L’ubicazione del bene Giorgio Falco ed. Einaudi

2010/06/14 - Letteratura di: MG Colombo

La sconsolata débacle di un ceto sociale, di una generazione, di un modello di vita, resa con un linguaggio strumentalmente perfetto, calverianamente minimalista , a raccontare il non-luogo di Cortesforza, novella città invisibile.

Indimenticabile l’apertura tra topi e scarafaggi in un’orrida atmosfera alla Ballard; straordinario, nella sua ambiguità, il titolo, che presto disvela, senza infingimenti, il freddamente misurabile “materiale” dietro l’apparente indefinito-indefinibile “morale”.

Pag.50:

“Piove…piove…” non più su letterarie tamerici salmastre ed arse, nè su governi ladri ma direttamente sui nostri piedi.

Molto buono a mio parere

http://www.einaudi.it/libri/libro/giorgio-falco/l-ubicazione-del-bene/978880619716

One thought on “L’ubicazione del bene Giorgio Falco ed. Einaudi

Magico

“Sto leggendo L’ubicazione del bene, sto circa a metà, quindi aspetto a dare un giudizio definitivo, ma sinceramente, per quel che mi sembra finora, mi pare che tu sia eccessivamente positiva. Non sono d’accordo sulla citazione di Ballard (gli piacerebbe!), nè capisco cosa significhi “calverianamente”minimalista. Se il riferimento è a Carver allora urlo ancora di più “gli piacerebbe!” perchè là dove Carver è pieno di tensione e graffiante, qui trovo che è solo deprimente. Comunque aspetto di finirlo per dare un giudizio definitivo, può darsi che migliori nelle prossime pagine….Sono d’accordo sul titolo, è molto bello”. da Simonetta

Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *