Menu

Antonella Agnoli – Caro sindaco, parliamo di biblioteche ( subito dopo l’emergenza neve..)

2012/02/07 - Discussioni di: MG Colombo

La biblioteca è morta, viva la biblioteca!

Mentre Google sta digitalizzando anche l’ultimo cartaceo rosicchiato dai topi, Antonella Agnoli invita a riflettere sul futuro delle biblioteche e offre interessanti spunti di discussione.

 

E’ chiaro che urge una profonda veloce rivoluzione del concetto di biblioteca, che deve passare da hortus conclusus ad avanposto di cultura e di socialità.

A partire dagli orari, attualmente funzionali solo per chi non lavora. Direte, non sono pochi!

Vabbè, ma gli ipergarantiti, anche da questo punto di vista, sono pensionati e casalinghe.

” Una biblioteca accessibile dalle 9 alle 13 non è una biblioteca” sostiene F.Erbani.

La domenica, quanti Ikeadipendenti opterebbero per una sosta in biblioteca, se questa offrisse accoglienza, opportunità d’incontri, una tazza di thè.

Quanto pubblico giovane si intercetterebbe se, oltre al classico prestito, in via di ineluttabile superamento per il gap tecnologico, si offrissero alternative di autonomia intellettuale, sociale e creativa, workshop, apprendimento delle lingue, delle tradizioni, delle arti.

Ivi inclusi i graffiti, suggerisce la Agnoli.

Il set di risorse, oggi più che mai risicato nel nostro paese, deve puntare alla reinvenzione delle biblioteche, spazi pubblici preziosissimi, da far diventare ἀγορά aperte divertenti multietniche, dove scambiarsi idee esperienze ricette di progresso sociale.

7 giorni su 7 

Public library, si chiamano, perchè già esistono.

Altrove.

A Londra, per esempio, e costituiscono lo zoccolo duro di un improrogabile welfare culturale.

Date un’occhiata al link della British Library, che orgogliosamente si autodefinisce” world’s knowledge”, non tanto per il fatto che custodisce la Magna Charta, quanto perchè aperta al Mondo 7 giorni su 7.

http://www.bl.uk/

Dobbiamo aspettare che “ce lo chieda l’Europa” con la solita altezzosa ultimativa spocchia??

E invece…questo accadeva pochi mesi fa…

Il martirio di vivere tra le brume: può la Biblioteca Nazionale aver orari da fast food? Chiudere per ferie per tutto Agosto?

Posted by Magico | Posted on 20-10-2011

http://www.criticipercaso.it/?s=biblioteca+roma&x=22&y=14

 

 

One thought on “Antonella Agnoli – Caro sindaco, parliamo di biblioteche ( subito dopo l’emergenza neve..)

Magico

Mi segnalano che a Trieste la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) è aperta sette giorni su sette per ventiquattro ore al giorno.
Leggere per credere http://www.nedaplibrix.it/news/nedap-librix-inaugura-la-prima-biblioteca-italiana-aperta-24h24-7gg7

Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *