Menu

Il metodo Harry Quebert ovvero l’eleganza del granchio. (31-28)

2013/08/10 - Attualità, Discussioni, Letteratura di: MG Colombo
Il metodo Harry Quebert ovvero l’eleganza del granchio. (31-28)

Trasversali alle 770 pagine del romanzo di Joël Dicker, le 31 regole dell’Allenatore

per ben scrivere e boxare.

harry

Epigono di Franz Kafka, che in una lettera paragonò la letteratura a un pugno che ci sveglia,

in rigida regressione numerica e formidabile progressione emotiva,

Marcus P. Goldman,

vincitore del campionato di boxe 2002 all’Università di Burrows e campione d’incassi 2013 in Europa, condivide con i suoi lettori le regole di

Harry Quebert

per una scrittura avvincente.

————————-

31

Il primo capitolo è fondamentale,Marcus. se ai lettori non piace, non leggono il resto del libro. (pag 15)

30

Il secondo capitolo è molto importante. deve essere incisivo, d’impatto.

E’ come nella boxe. Tu sei destro e quando attacchi porti sempre avanti per primo il sinistro; con quello stordisci l’avversario, poi arriva la combinazione di destro con cui mandarlo al tappeto. è così che deve essere il tuo secondo capitolo:un diretto sulla mascella dei lettori.  (pag 43)

29

Come si fa a sapere di essere uno scrittore?

Nessuno sa di essere uno scrittore . Glielo dicono gli altri. (pag.69)

28

La vita è una lunga caduta, Marcus.

La cosa più importante è saper cadere (pag. 95)

 ed. Bompiani maggio 2013 stampato su carta certificata Forest Stewardship Council – FSC

in accoglimento alla campagna “Scrittori per le Foreste”

http://www.greenpeace.it/scrittori/progetto.htm

 http://www.ibs.it/code/9788845273285/dicker-joeuml;l/verita-sul-caso.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *