Menu

Bellas Mariposas ovvero Sara Podda e Maya Mulas, celeb in erba.

2013/03/26 - Cinema, Premio di: MG Colombo
Bellas Mariposas ovvero Sara Podda e Maya Mulas, celeb in erba.

Disarmanti e disarmate Cate e Luna, uscite dalle pagine del libro di Sergio Atzeni ” Bellas Mariposas”, se ne vanno in giro a raccogliere premi cinematografici.

Ultimi in ordine di tempo tre importanti riconoscimenti al “Bari International Film Festival”, che, dopo il premio “Schermi di qualità” della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia e il “Big Screen Award” al Rotterdam International Film Festival 2013, consolidano l’apprezzamento della critica e del pubblico.

Il premio Anna Magnani per la migliore attrice protagonista è andato ex aequo a Sara Podda e Maya Mulas, in gran tiro e hollywoodiana mise noir.

Piccole dive crescono in fretta.

Premio Tonino Guerra per la migliore sceneggiatura a Salvatore Mereu, che, sulla stessa lunghezza d’onda etica ed etnica di Sergio Atzeni, ha messo in scena Bellas Mariposas

Premio Giuseppe Rotunno per la migliore fotografia a Massimo Faletti, che ha ritratto Cagliari senza indulgere in scontati vezzi retorici cogliendone l’essenza glocal.

Tra i palazzoni fatiscenti, i bastioni polverosi, l’orrido maleodorante condominio, la tromba delle scale di dantesca perdizione, che le protagoniste attraversano per sottrarsi allo squallore quotidiano, si insinua il mare.

 ” Dovevo nascere pesce, quando nuoto mi dimentico di tutto”  pensa la protagonista.

Anche gli spettatori, immersi con lei nell’acqua limpida del Poetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *