Menu

Bimbominkia incontra De Niro al MAXXI

2014/11/20 - Attualità, Cinema, Discussioni di: MG Colombo
Bimbominkia incontra De Niro al MAXXI

Visibilmente emozionato Robert De Niro, lunedì 17 novembre, ha presentato
e commentato, al MAXXI in anteprima europea il documentario
Remembering the Artist: Robert De Niro, Sr.
con intento dichiaratamente risarcitorio per l’Artista e il Padre, sottovalutati da critica e famiglia.

deniro maxxi

Platea appassionata, alcune penne famose, ma netta prevalenza di giovanissimi eccitati per l’incontro ravvicinato col GrandAttore.
La finger-generation romana ha seguito, e fastidiosamente obbligato a seguire per interposto mezzo, l’incontro sollevando selve di ipad smartphone e quant’altro, per la nota legge che impone la certificazione della partecipazione in tempo reale in base al diffuso assioma “riprendo dunque sono”.

Dell’appassionato ritratto malinconico e riparatorio di un figlio al padre poco sembra essere loro giunto, almeno a giudicare dalle domande finali che hanno rivolto ad un disponibile quanto sconcertato De Niro.

deniro auditorium

Facendo seguito alla raccomandazione di Mario Sesti rivolta al giovane scalpitante pubblico di evitare domande personalbanali, il volitivo giovanotto microfonato per primo con inedita originalità ha esposto il suo quesito:
“Voglio fare l’attore, come faccio??”
Ormai sopiti gli spiriti di un don Vito Corleone e l’energia di Jack La Motta, De Niro, con la pazienza più di un nonno che di un padre, ha consigliato studio volontà originalità.
Almeno così si usa dalle sue parti, in Italia non sa.

Per par condicio di genere, il microfono passa per la seconda domanda consentita ad una fanciulla che senza inopportuni ripensamenti espone il suo problema:
“La mamma non mi manda a scuola domani, se torno con un selfie con Lei”.

deniro padre

Come Travis Bickle di Taxi Driver, sconvolto veterano del Vietnam, De Niro e buona parte del pubblico, si sarebbero suicidati se solo le pistole a disposizione avessero avuto le munizioni.
Ha prevalso il retaggio culturale del figlio di emigrante italiano (“la mamma è sempre la mamma”) e così, garbato seppur sfinito, De Niro, come da ormai invalso copione, si è prestato all’agognato imprescindibile selfie, con cui si è frettolosamente suggellata la serata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *